Sono oltre 1 milione gli accessi dei contribuenti alla dichiarazione precompilata nei primi 4 giorni (dal 16 al 20 aprile) dal lancio della piattaforma online, circa il 60% in più rispetto allo scorso anno. Lo comunica l'Agenzia delle Entrate. Da quest’anno, inoltre, la compilazione sarà 'assistita': il fisco, infatti, guiderà il contribuente passo passo nell’inserimento di nuove spese deducibili o detraibili non presenti tra i dati precompilati. In questo caso, i controlli verranno effettuati solo sulle nuove spese inserite, e non su quelle già comunicate all’Agenzia dagli altri enti.

Ma i vantaggi di chi sceglie il 'fai da te' sono molti di più. Nel suo quarto anno di vita, la dichiarazione dei redditi precompilata si presenta sempre più completa. Sono circa 925 milioni, infatti, le informazioni già inserite nei modelli: dalle spese sanitarie sostenute dai cittadini e comunicati da farmacie, studi medici, cliniche e ospedali, a quelle per le ristrutturazioni edilizie; dalle spese universitarie, assicurative, a quelle relative agli interessi sui mutui e ai contributi previdenziali; ma anche le informazioni catastali sugli immobili, le spese per le rette per asili nido, quelle veterinarie e funebri, oltre ai redditi da lavoro dipendente e da pensione.

 

CONDIVIDI