Sono stati assegnati oggi i  Premi 'Architetto italiano 2018' e 'Giovane Talento dell'Architettura  italiana 2018' che il Consiglio Nazionale degli Architetti,  Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori ha bandito, con la rete  degli Ordini provinciali, in occasione della tradizionale Festa  dell'Architetto.       

Nella sua sesta edizione il 'Premio Architetto italiano' è stato  assegnato a Map Studio - di Francesco Magnani e Traudy Pelzel - per il progetto 'Tramway Terminal', la pensilina di capolinea del tram  realizzata a Piazzale Roma a Venezia. A colpire la Giuria, presieduta  dall'architetto Dominique Perrault, il linguaggio contemporaneo  elegante e misurato che parla di ricerca tecnologica e studio del  dettaglio. Il progetto apre, infatti, una riflessione sull'importanza  del progetto dello spazio pubblico che comprende anche la componente  infrastrutturale. Una pubblica funzione diventa così elemento di  ordine, misura e orientamento dello spazio aperto.       

Orizzontale - di Giuseppe Grant, Margherita Manfra, Nasrin Mohiti  Asli, Roberto Pantaleoni, Stefano Ragazzo - si è aggiudicato il  ''Premio Giovane talento dell'Architettura italiana'' per il Progetto  8 ½ situato a Roma. Il progetto consiste nella costruzione mobile di  uno spazio pubblico. L'uso creativo di materiali poveri accentua la  freschezza di un'architettura polifunzionale che dà vita ad un luogo  che è sia spazio di aggregazione che di gioco. Il progetto complesso e maturo per linguaggio, forma e funzionalità, mette in luce la  sensibilità dei giovani progettisti del collettivo Orizzontale alle  tematiche degli spazi pubblici.   

 

CONDIVIDI