Per la predisposizione della dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa all’anno 2017 è necessariala seguente documentazione:

1. dichiarazione dei redditi esercizio precedente;

2. indicazione di variazione di residenza, stato civile, familiari a carico, codice fiscale degli stessi e

percentuali di detrazione . In caso di mancata comunicazione verranno ritenuti validi i dati anagrafici

e le situazioni familiari già in archivio.

3. versamenti di acconti IRPEF/IRAP giugno e novembre 2017;

4. ritenute d’acconto subite;

5. indicazione delle variazioni nei redditi da terreni e fabbricati (acquisti e vendite, atto notarile) e nell’utilizzo

di detti immobili/terreni;

6. certificazioni redditi altri posseduti;

7. evidenziazione cedolare secca sugli affitti;

8. eventuali dividendi percepiti;

9. cessione di quote di società intervenute nell’anno;

10. eventuali modelli CU;

11. dichiarazione eventuali esportazioni di capitali al seguito;

12. possesso di beni immobili detenuti all’estero;

13. eventuali attività finanziarie detenute all’estero

14. indicazione destinazione 8 x mille;

15. indicazione destinazione 5 x mille;

16. indicazione destinazione 2 x mille;

17. patologie con esenzione

 Per l’esercizio 2017 gli oneri detraibili ai fini IRPEF sono i seguenti:

a. spese mediche

b. interessi passivi e oneri per acquisto prima casa

c. assicurazioni vita e infortuni

d. spese istruzione secondaria e/o universitaria

e. spese funebri

f. spese sostenute attività sportiva figli dai 5 ai 18 anni

g. spese per addetti all’assistenza personale

h. spese di intermediazione per acquisto prima casa

i. canoni di locazione sostenuti da studenti universitari

j. erogazioni liberali partiti politici

k. erogazioni liberali ONLUS

l. spese veterinarie

m. spese asili nido

n. contributi riscatti anni di laurea

o. ristrutturazioni edilizie (36%/50%)

p. ristrutturazioni energetiche (55%)

q. oneri leasing per acquisto abitazione principale (dal 2016)

Per l’esercizio 2017 gli oneri deducibili ai fini IRPEF sono i seguenti:

I. contributi previdenziali obbligatori (INPS/Casse previdenza)

II. contributi SSN assicurazione veicoli per importi superiori ad euro 40€

III. assegno coniuge separato

IV. contributi COLF

V. contributi previdenza complementare

Quadro RW – Capitali all’estero e movimentazione degli stessi.

A partire dal 2013 sono intervenute significative modifiche per la gestione del modello RW. In

particolare sono state semplificate le comunicazioni obbligatorie per la movimentazione. Tuttavia,

sempre a partire dalla dichiarazione relativa al 2013, sono da indicare anche le proprietà/disponibilità

di importo inferiore ai 10.000. Il quadro RW è ora un quadro autonomo che va autonomamente

compilato anche in assenza di redditi imponibili in Italia.

 

Si ricorda che dal 2013 l’INPS non invia più in formato cartaceo i modelli CU ai propri pensionati. Il modello CU sarà disponibile online (e quindi il pensionato dovrà richiedere il PIN all’INPS stessa per potervi accedere) o, solo su richiesta al numero verde 800.43.43.20, in formato cartaceo.

Si segnala che il modello 730 precompilato pubblicizzato dai media NON verrà spedito automaticamente al contribuente, quest’ultimo dovrà attivarsi per scaricarlo dal sito web dell’agenzia entrate. In alternativa può delegare un CAF che proceda autonomamente al recupero dello stesso.

 

a cura dello Studio Francescut - Saronno -MIlano

CONDIVIDI