Pills0

CILA (comunicazione inizio lavori asseverata da un tecnico abilitato)

 

Gli interventi non riconducibili a edilizia libera, a SCIA o a permesso di costruire (artt. 6, 10 e 22 del dpr 380/2001) sono realizzabili previa comunicazione asseverata di inizio lavori.

In particolare, l’interessato trasmette al Comune l’elaborato progettuale e la comunicazione di inizio dei lavori asseverata da un tecnico abilitato.

Il tecnico attesta sotto la propria responsabilità che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici approvati e ai regolamenti edilizi vigenti e che sono compatibili con la normativa in materia sismica e con quella sul rendimento energetico nell’edilizia e che non vi è interessamento delle parti strutturali dell’edificio.

La comunicazione contiene i dati identificativi dell’impresa alla quale si intende affidare la realizzazione dei lavori.

In sintesi le attività edilizie che sono possibili realizzare sono:

Restauro e risanamento conservativo (leggero)

Interventi edilizi rivolti a conservare l’organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell’organismo stesso, ne consentano destinazioni d’uso con essi compatibili. Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell’edificio, l’inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell’uso, l’eliminazione degli elementi estranei all’organismo edilizio.

Per avere consigli e maggiori informazioni potete scrivere a segreteria@ archigreen.it oppure inviare un messaggio Whatsapp al 393/6510732

 

Con l’entrata in vigore del DLGS 222/2016 rimangono operativi solo 5 titoli abilitativi:

1.  edilizia libera (senza necessità di alcun titolo)

2.  CILA (comunicazione inizio attività asseverata)

3.  SCIA (segnalazione certificata di inizio attività)

4.  super SCIA (segnalazione certificata di inizio attività alternativa al permesso di costruire)

5.  PdC (Permesso di costruire)

 

EDILIZIA LIBERA

Sono realizzabili in edilizia libera, ossia senza alcun titolo abilitativo, e quindi senza l’asseverazione di un tecnico abilitato i seguenti interventi:

1.  gli interventi di manutenzione ordinaria di cui all’articolo 3, comma 1, lettera a)

2.  gli interventi di installazione delle pompe di calore aria-aria di potenza termica utile nominale inferiore a 12 kW

3.  gli interventi volti all’eliminazione di barriere architettoniche che non comportino la realizzazione di ascensori esterni, ovvero di manufatti che alterino la sagoma dell’edificio

4.  le opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo che abbiano carattere geognostico, ad esclusione di attività di ricerca di idrocarburi, e che siano eseguite in aree esterne al centro edificato

5.  i movimenti di terra strettamente pertinenti all’esercizio dell’attività agricola e le pratiche agro-silvo-pastorali, compresi gli interventi su impianti idraulici agrari

6.  le serre mobili stagionali, sprovviste di strutture in muratura, funzionali allo svolgimento dell’attività agricola

7.  le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni, previa comunicazione di avvio lavori all’amministrazione comunale

8.  le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, che siano contenute entro l’indice di permeabilità, ove stabilito dallo strumento urbanistico comunale, ivi compresa la realizzazione di intercapedini interamente interrate e non accessibili, vasche di raccolta delle acque, locali tombati

9.  i pannelli solari, fotovoltaici, a servizio degli edifici, da realizzare al di fuori della zona A) di cui al decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444

10.                le aree ludiche senza fini di lucro e gli elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici

Anche negli interventi di Edilizia Libera è importante rispettare le norme relative alla, antisismica, sicurezza, antincendio, igienico sanitarie, efficienza energetica, tutela dal rischio idrogeologico, codice dei beni culturali e del paesaggio

Per avere consigli e maggiori informazioni potete scrivere a segreteria@ archigreen.it oppure inviare un messaggio Whatsapp al 393/6510732

 

IL CARTELLO EDILIZIO

Prima dell’apertura di un cantiere edilizio è necessario esporre il Cartello Edilizio ben visibile da luogo pubblico.

Tale omissione può essere punita sia dal punto di vista penale che amministrativo. Quindi ricordarsi che tale dimenticanza può costare cara anche al Committente.

Nel cartello Edilizio vanno indicate la tipologia dei lavori, gli attori del cantiere, gli estremi del titolo edilizio, la data di inizio lavori, ecc. Generalmente si occupa della predisposizione del documento il direttore dei lavori.

Se trattasi di piccolo cantiere è possibile redigere da sé il cartello edilizio.

Per chi ne farà richiesta l’Associazione Archigreen potrà inviare un modello di file di cartello edilizio da stampare anche in formato A4.

Per avere consigli e maggiori informazioni potete scrivere a segreteria@ archigreen.it oppure inviare un messaggio Whatsapp al 393/6510732

 

LA CONFORMITA’

E’ importante prima di comprare o vendere casa verificare o fare verificare da un tecnico abilitato che la situazione attuale dell’immobile sia corrispondente alla planimetria catastale  e alle autorizzazioni rilasciate dell’Ufficio Tecnico comunale.

Per maggiore tranquillità tale verifica è opportuno farla prima della stipula del compromesso con documenti planimetrici aggiornati. La non conformità potrebbe di fatto annullare l’atto sottoscritto.

La planimetria catastale si può richiedere presso l’Agenzia del Territorio, mentre le eventuali autorizzazioni comunali si possono richiedere presso l’Ufficio Tecnico comunale previa richiesta scritta.

Per avere consigli e maggiori informazioni potete scrivere a segreteria@ archigreen.it oppure inviare un messaggio Whatsapp al 393/6510732

L’Associazione Archigreen.it inaugura oggi lo Sportello di informazione tecnica, on line e gratuita.

“The Pills”, questo il nome della rubrica, affronterà varie tematiche inerente gli aspetti tecnici e burocratici sulla gestione e manutenzione degli immobili ed essere di supporto ai cittadini.

A chi sarà utile? A chi vuole acquistare, vendere o affittare casa. A chi intende ristrutturare un immobile. A coloro che hanno in progetto di intraprendere una nuova attività commerciale, artigianale, professionale, ecc. ecc.

Sarà inoltre disponibile anche una email dove si potranno chiedere ulteriori consigli e maggiori informazioni in forma riservata.

Il Servizio dello Sportello sarà completamente gratuito e non prevede forme di promozione commerciale o prestazioni specialistiche a pagamento. Il tutto nella massima cortesia, trasparenza e professionalità.

Per suggerimenti e consigli si potrà scrivere a           segreteria@ archigreen.it