Pmi Credit Fund è il primo fondo  alternativo di diritto lussemburghese, costituito come comparto di  Sicav Sif, che investe prevalentemente in strumenti di debito, quotati e non, emessi da pmi con nav settimanale, caratteristica che lo  contraddistingue rispetto agli altri operatori di private debt. Pmi  Credit Fund è un prodotto del Gruppo Arc, per il quale Arc advisory  company sa svolge il ruolo di investment advisor grazie a  un'esperienza pluriennale nel mercato delle pmi e nella selezione di  opportunità d'investimento, con approfondite competenze nel settore  delle energie rinnovabili e nel settore fotovoltaico,  mini-idroelettrico e mini-eolico.       

Il fondo offre agli investitori un rendimento atteso allineato a  quello delle obbligazioni corporate high yield e degli strumenti di  debito (mini-bond) emessi da pmi italiane, il tutto con una politica  di mitigazione del rischio perseguita grazie a una ampia  diversificazione del portafoglio settoriale e geografica. Pmi Credit  Fund è in grado di sfruttare, a vantaggio dei suoi investitori, le  previsioni normative che consentono al Fondo centrale di garanzia per  le pmi di estendere le medesime garanzie previste per le pmi anche ai  fondi comuni d'investimento che sottoscrivono mini-bond o portafogli  di mini-bond.      

Pmi Credit Fund è il fondo 'Pir-compliant' che ha l'obiettivo di  cogliere le opportunità offerte dalla legge di bilancio 2017, che  tramite i piani individuali di risparmio ha introdotto agevolazioni  fiscali per gli investitori per stimolare gli investimenti in  un'ottica di medio termine in strumenti finanziari emessi da società  italiane ed europee con stabile organizzazione in Italia.

Questo consentirà di far affluire le risorse  finanziarie dal risparmio privato alle aziende, soprattutto pmi,  attraverso il mercato dei capitali. Pmi Credit Fund rappresenta per le pmi un'opportunità importante di accesso diretto al mercato dei  capitali, rafforzandone gli strumenti per la crescita e consentendo la diversificazione delle fonti di finanziamento grazie ad uno strumento  senior unsecured. Il fondo è strutturato in modo da fare affluire  risorse finanziare all'economia reale e al tessuto industriale del  Paese.       

Inoltre, le quote di fondi che investono prevalentemente in mini-bond  o in titoli emessi nell'ambito di operazioni di cartolarizzazione  aventi ad oggetto mini-bond, costituiscono attivi idonei a copertura  delle riserve tecniche assicurative e sono compatibili con le  disposizioni in materia di limiti di investimento per i fondi  pensione.       

Tra i partner coinvolti, lo studio legale internazionale Cms, con un  team internazionale specializzato in alternative investments  coordinato dal Andrea Arcangeli, sta supportando il processo di  strutturazione del fondo, la fase di raccolta dei primi sottoscrittori per il first closing nonché l'esecuzione degli investimenti del  portafoglio. Mentre le attività di management company e di central  administration sono affidate a Finexis sa, asset manager indipendente  leader internazionale nella gestione di fondi comuni di investimento. 

A supporto dello sviluppo del fondo è stato  nominato Nicola Leffi, professionista con pluriennale esperienza da  consulente indipendente nel settore finanziario ed assicurativo. Leffi ha operato presso primarie compagnie assicurative e di asset  management, con una focalizzazione nella creazione e sviluppo dei  prodotti, creazione e gestione dei processi operativi, oltre alla  strutturazione di prodotti dedicati e alla gestione delle connesse  tematiche di pricing.       

"Come advisory -ha dichiarato Angelo Lazzari, ceo di Gruppo Arc-  cerchiamo soprattutto progetti sani sviluppati da imprenditori sani  per generare una finanza sana. Progetti semplici e chiari da  comprendere, con ritorni magari non particolarmente grandi ma che  possano essere prevedibili, stabili e scalabili, in cui necessitano di finanziabilità attorno ai 30 milioni di euro".       

"Inoltre -ha ricordato- voglio sottolineare come l'advisor potrà  avvalersi dell'expertise di un comitato consultivo composto da  professionisti esterni specializzati nella valutazione di pmi nei  diversi settori di provenienza. Come Arc advisory company sa  supportiamo il processo di emissione e collocamento di strumenti  finanziari, quali equity o strumenti di debito, principalmente emessi  da piccole e medie imprese italiane. Questo processo permetterà alle  pmi italiane, selezionate secondo criteri di sostenibilità di business e reputazione valoriale, di poter contare sulle risorse finanziarie  del risparmio privato e poter essere ancora più solide nel loro  percorso di crescita".   

CONDIVIDI