Novembre 2018: alcune delle principali scadenze fiscali del mese

Gli adempimenti fiscali e previdenziali scadenti di sabato o di giorno festivo sono considerati tempestivi se posti in essere il primo giorno lavorativo successivo

15 NOVEMBRE

CONTABILITA’ – REGISTRAZIONE

Scade il termine per l’annotazione delle fatture attive del mese precedente e per l’annotazione nel registro dei corrispettivi degli incassi dell’intero mese precedente qualora risultino dall’emissione di scontrini e/o ricevute fiscali (in caso contrario i corrispettivi devono essere annotati entro il giorno non festivo successivo). I soggetti in contabilità ordinaria hanno la facoltà di non tenere i registri I.V.A. in quanto sostituiti dalle annotazioni sul libro giornale e inventari (cronologico per i professionisti).

FATTURAZIONE DIFFERITA

Emissione ed annotazione della fattura differita per le consegne o spedizioni avvenute il mese precedente per le quali è stato emesso il documento di trasporto o documento equivalente.

CNPADC

Comunicazione telematica alla cassa previdenziale dei redditi 2017 (da Modello Redditi 2018) per l’elaborazione dei versamenti eccedenti il minimale.

16 NOVEMBRE

VERSAMENTO IMPOSTE DA REDDITI 2018

Scadenza per i contribuenti persone fisiche titolari di partita IVA che hanno optato per la rateizzazione.

IVA – LIQUIDAZIONE PERIODICA – SOGGETTI MENSILI

Versamento dell’IVA a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del mod. F24 – codice tributo: 6009 (versamento Iva mensile – settembre),da parte dei contribuenti Iva mensili.

IVA – LIQUIDAZIONE PERIODICA – SOGGETTI TRIMETRALI

Versamento dell’IVA a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del mod. F24 – codice tributo: 6009 (versamento Iva mensile – settembre),da parte dei contribuenti Iva mensili.

RITENUTE ALLA FONTE

Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente (esempio: compensi per l’esercizio di arti e professioni – provvigioni per intermediazione – retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24.

INPS – CONTRIBUTI PERSONALE DIPENDENTE

Pagamento dei contributi dovuti sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti di competenza del precedente mese, mediante versamento presso gli istituti e le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del mod. F24

INPS – CONTRIBUTI GESTIONE SEPARATA

Pagamento, da parte dei soggetti committenti, dei contributi relativi alla gestione separata INPS dovuti sui compensi corrisposti nel corso del precedente mese. Per il versamento si utilizza il mod. F24.

20 NOVEMBRE

ENASARCO

Scade il termine per il versamento dei contributi previdenziali relativi alle provvigioni maturate nel trimestre luglio – agosto – settembre.

 

25 NOVEMBRE

INTRASTAT – MENSILI

Scade il termine per la presentazione degli elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari relativi al mese  precedente.

 

30 NOVEMBRE

RATEIZZAZIONE DELLE SOMME A DEBITO DA REDDTI 2018

Per i contribuenti non titolari di partita IVA che hanno optato per la rateizzazione, scade la rata di versamento.

SECONDO ACCONTO 2018 IRPEF – IRAP – IRES – INPS

Secondo acconto anno 2018 (che non può essere rateizzato) per: IRPEF, IRAP, IRES; INPS gestione separata; contributi I.V.S. artigiani e commercianti.

MODELLO LIPE SECONDO TRIMESTRE 2018

Scade l’invio dei dati di liquidazione dell’IVA e relativi versamenti relativamente al terzo trimestre 2018.

UNI-EMENS

Scade il termine per l’invio telematico della dichiarazione Uni-emens relativi al mese precedente.

SCHEDA CARBURANTE

Alla fine del mese (o del trimestre, a seconda della modalità prescelta) occorre rilevare sulla scheda carburante il numero dei chilometri dell’automezzo. (salvo sorprese sarà l’ultima scheda carburante da compilare perchè dal 1′ gennaio 2019 sarà obbligatoria la fattura elettronica anche per tali acquisti)

RINNOVO CONTRATTI DI LOCAZIONE – IMPOSTA DI REGISTRO

Scade il termine per il versamento dell’imposta di registro – pari al 2% del canone annuo – relativa ai contratti di locazione decorrenti dal giorno 1 del mese. Per il versamento si utilizza il mod. F24, scaricabile dalla sezione modulistica.

Commercialista Telematico

1 novembre 2018

a cura www.commercialistatelematIco.com

CONDIVIDI