L'Istituto Zaccagnini sbarca a Milano: la scuola, che opera dal 1977 a Bologna, rappresenta in Italia una delle  realtà più importanti per numero di iscritti, ampiezza dell'offerta  didattica e rapido inserimento nel mondo del lavoro, nel settore della formazione ottica-optometrica e della gestione aziendale.       

La decisione di aprire una sede a Milano, spiega Giorgio Righetti,  direttore dell'Istituto, ''colma una lacuna e recepisce l'esigenza di  una scuola per ottici e optometristi particolarmente sentita dalle  province lombarde, piemontesi e anche da una parte di quelle liguri ed emiliane". "Un territorio - sottolinea - che vanta un sistema  industriale e distributivo ottico-oftalmico di primaria importanza,  con circa 7.000 ottici e più di 4.000 negozi di ottica fra bacino di  utenza primario e altre provenienze''.      

  La mission dell'Istituto Zaccagnini è da sempre quella di formare  ottici abilitati in grado di entrare rapidamente nel mercato del  lavoro e di assicurare un apporto professionale certificato alla  sempre più complessa esigenza del 'veder bene'.       

La sede milanese dell'Istituto, nella centrale zona di  Milano porta Genova, inaugurerà l'anno scolastico 2018/2019 con i  corsi di optometria e di qualificazione professionale per dipendenti  delle imprese della filiera ottica. La scuola offre un denso programma di corsi annuali e biennali di specializzazione, oltre a master  monotematici di optometria. Negli ultimi anni la didattica si è  inoltre arricchita della Zaccagnini Business & Management School, con  corsi di formazione e seminari di marketing e strategia aziendale per  ottici manager e imprenditori, oltre che di un corso di laurea  triennale inglese in optometria e pratica clinica.       

Il settore dell'optometria offre ottime prospettive di carriera e  richiede ogni anno ottici dalla professionalità certificata.  L'industria nazionale di occhiali, nonostante la complessità del  quadro internazionale e la concorrenza dei paesi asiatici, seguita a  crescere in termini di fatturato ed export (l'export dell'occhialeria  - ben il 90% della produzione totale - rappresenta una delle voci con  il più importante saldo attivo della nostra della bilancia  commerciale, con gli Stati Uniti come primo mercato mondiale) e  presidia il segmento del lusso e della qualità, ma, insieme alla  distribuzione specializzata fatica a soddisfare la richiesta annuale  di nuovi ottici abilitati.       

"Mission dell'Istituto è quindi quella di formare professionisti  d'eccellenza per il settore, grazie a una preparazione dagli standard  elevati supportata da un'ampia rete di relazioni e collaborazioni  nazionali ed internazionali con Facoltà e Dipartimenti universitari,  Istituti di Ricerca, Scuole, Strutture ospedaliere e sanitarie,  Società Scientifiche e Imprese industriali e distributive", spiega una nota dell'Istituto Zaccagnini.   

(

 

 

 

CONDIVIDI