Il Comitato di sicurezza finanziaria,  presso il ministero dell'Economia e delle Finanze, ha espresso nei  giorni scorsi il proprio parere sulle regole tecniche in materia di  antiriciclaggio, approvate dal Consiglio nazionale del Notariato. Pur  nei vincoli derivanti dalla normativa, assai complessa, le regole  tecniche costituiscono un utile ausilio e una oggettiva, ancorché  parziale, semplificazione della operatività in materia di  antiriciclaggio. E' quanto si legge in una nota del Notariato.       

Le regole tecniche, prosegue la nota, "saranno oggetto di  approfondimento in occasione del convegno nazionale  sull'antiriciclaggio in programma il prossimo 30 novembre a Firenze".       

Il Notariato "è il primo ordine professionale -conclude la nota- che  si dota, quale organismo di autoregolamentazione, di un primo corpo di Regole Tecniche a ulteriore dimostrazione dell'impegno profuso dai  notai che, si ricorda, effettuano circa il 90% delle segnalazioni  antiriciclaggio tra le professioni, come rimarcato nel rapporto Uif  della Banca d'Italia pubblicato poche settimane fa".   

CONDIVIDI