[caption id="attachment_2867" align="alignleft" width="150"] Roberto Orlandi, Presidente Agrotecnici[/caption]

Questa mattina, presso la sala ''Giovanni Falcone'' del Ministero della Giustizia, a Roma, si è insediato il nuovo Consiglio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati, con la conferma di Roberto Orlandi (dell'Albo di Forlì) alla presidenza dell'ordine, che è avvenuta con voto a scrutinio segreto.  Eletti anche il vicePresidente, nella persona di Lorenzo Gallo (dell'Albo di Asti),ed il segretario nella persona di Mario Fassola (dell'Albo di Imperia).       Gli altri consiglieri sono Fabrizio Bucchi (dell'Albo di Bologna),Ezio Casali (dell'Albo di Cremona),Domenico De Luca (dell'Albo di Napoli),Ugo Falqui (dell'Albo di Oristano),Valentino Laiti (dell'Albo di Verona),Federico Minotto (dell'Albo di Padova),Moreno Moraldi (dell'Albo di Arezzo-Perugia),Enrico Perrino (dell'Albo di Bari),Giuseppe Strano (dell'Albo di Catania) e Franco Volpe (dell'Albo di L'Aquila).- E' stato insediato anche il primo Consiglio Nazionale di Disciplina, composto dal presidente Attilio Iaccarino (dell'Albo di Napoli),dal segretario Vittorio Di Perna (dell'Albo di Latina) e dal consigliere Giovanni Inghisciano (dell'Albo di Ragusa).  "La decisione di riconfermare Orlandi alla presidenza è stata determinata dai risultati ottenuti negli ultimi cinque anni, nei quali la professione di Agrotecnico ed Agrotecnico laureato ha registrato una crescita impetuosa", fa sapere una nota del Consiglio.  "A partire dal 2011 l'Albo infatti è diventato il primo nel suo settore (quello in cui operano anche gli Albi degli Agronomi e Forestali, dei Periti agrari e dei Tecnologi alimentari) come numero di candidati che ogni anno affrontano gli esami abilitanti; è anche profondamente cambiata la composizione delle nuove leve ormai rappresentate (dati 2015) dal 72% di laureati", conclude la nota.

CONDIVIDI