Roma, 15 feb. (Labitalia) - Dendrochirurgia, ovvero la nuova frontiera per salvare i vigneti dal mal d’esca, probabilmente la più grave e diffusa malattia che colpisce le vigne di tutto il mondo, e in particolar modo quelle europee. A mettere a punto questa tecnica letteralmente 'chirurgica' per evitare che le piante ammalate siano estirpate e sostituite, ma piuttosto vengano curate e riprendano a produrre, Simonit&Sirch, preparatori d'uva, in anni di lavori e sperimentazioni che hanno dato risultati assolutamente sorprendenti, con oltre il 90% delle piante trattate tornato pienamente produttivo.

Fonte AdnKronos
CONDIVIDI