Palermo, 26 lug. (Labitalia) - Cambiamenti climatici, pratiche agronomiche inadeguate, siccità minacciano in maniera sempre più pericolosa l’agricoltura siciliana e i dati della Regione dimostrano che il suolo siciliano è fortemente compromesso. A lanciare l'allarme Semina Diretta 2.0 e Federsicilia, che lanciano una soluzione: la semina diretta, in grado di difendere il suolo da desertificazione, erosione e inquinamento. Per questo, a ottobre organizzano un corso su questa tecnica dedicato agli agricoltori. Come dice la parola stessa, si tratta di una tecnica di agricoltura conservativa che prevede la semina su terreno non arato. Praticata da diversi anni, raggiunge in Italia circa l’1% della superficie utilizzata (dati Fao),mentre nel mondo copre una superficie pari quasi a tutto il Mar Mediterraneo.

Fonte AdnKronos
CONDIVIDI