Bologna, 11 giu. (Labitalia) - La gestione dei casi da accumulo rappresenta un problema che i servizi sociali si trovano sempre più spesso ad affrontare con notevole difficoltà a causa della complessità del fenomeno e dell'assenza di conoscenze consolidate e di precisi strumenti operativi. Proprio per questo, lo scorso ottobre, tre ambiti del Comune (Servizio Sociale Territoriale, Salute e Tutela ambientale, Polizia Municipale),l’Azienda Usl e Asp Città di Bologna hanno siglato un patto mirato a creare un raccordo interistituzionale per agire nella gestione dei casi in modo coordinato, più rapido e più efficace. In questo contesto, strategico risulta il protocollo di intesa firmato recentemente tra Apoi e il Comune di Bologna con il quale si sancisce la reciproca volontà e l'impegno ad attuare azioni di sensibilizzazione e prevenzione del disturbo da accumulo al fine di intercettare le situazioni prima che sfocino in emergenza.

Fonte AdnKronos
CONDIVIDI